Crociere Olbia: salta Quail ma resta record

OLBIA – Slitta di un mese la stagione crocieristica 2010 del Nord Sardegna che contrariamente a quanto pubblicato nell’ultimo calendario accosti del mese di febbraio, perde tutti gli scali del gruppo Quail Cruises.

La “Ocean Countess”, che avrebbe dovuto inaugurare un anno record con il primo scalo previsto sabato 13 marzo, è stata ufficialmente eliminata dalla rotta del Mediterraneo che comprendeva anche il porto di Olbia.

Scelta, questa, legata ad un rapido cambio societario, che ha visto spegnersi l’insegna della Quail Cruises per il passaggio al nuovo gruppo Happy Cruises.

La “Countess”, gioiello noleggiato dalla società spagnola in sostituzione della “Pacific” e operativa con 15 scali su Olbia nel corso del 2009 (sulle stesse rotte della Gemini), sarà probabilmente riconsegnata al gruppo armatoriale Monarch Classic Cruises, che da anni effettua crociere sul mar Egeo.

Al suo posto la “Ocean Pearl”, che effettuerà la cosiddetta rotta “Tesori del Mediterraneo”, con partenza da Valencia e scalo a Barcellona, Villefrance, Livorno, Civitavecchia, Napoli.

Ridotto, quindi, il calendario accosti 2010 ad Olbia che però ad oggi (dato che potrebbe aumentare in positivo), conta 92 prenotazioni, numero che lascia ad Olbia il primato in Sardegna.

“E’ sicuramente un duro colpo per il mercato che abbiamo costruito anno dopo anno – commenta Paolo Piro, presidente dell’Autorità Portuale del Nord Sardegna – ancora di più lo è per la mancata anticipazione in tempi ragionevoli, da parte della compagnia spagnola, della cancellazione delle prenotazioni. Solo nella giornata di martedì 9 marzo, l’agenzia marittima di riferimento ci ha trasmesso la comunicazione ufficiale. Appena quattro giorni prima dell’arrivo della nave, previsto per sabato 13”.

Con la nuova gestione, anche il catalogo crociere 2010 è stato interamente modificato. Tra le navi a disposizione, la “Gemini” – che ha effettuato diversi scali nel 2009 – è stata inserita sul versante dell’Adriatico. La sostituta, “Ocean Pearl”, effettuerà una sorta di coast to coast lungo la dorsale mediterranea di Spagna, Francia e penisola italiana, con l’unica eccezione dell’ultima tappa di rientro, che taglierà direttamente da Napoli a Valencia.

Meno navi in programma, per il fine settimana ad Olbia, più corta, di conseguenza, la stagione delle crociere che partirà sabato 3 aprile con l’arrivo, a Porto Torres, della “Grand Mistral” (Ibero Cruceros). Per il capoluogo gallurese, invece, bisognerà attendere sabato 10 aprile, giorno in cui è prevista la “Princess Daphne” (Classic International Cruises), con arrivo alle 9 da Palermo e partenza alle 17 da Nizza.

“Questa cancellazione consistente di accosti, che fa parte delle logiche del mercato – continua Piro – sarà un’occasione in meno per Olbia e la Gallura. Una perdita economica che colpisce tour operator, realtà locali inserite nel pacchetto escursioni e, ovviamente, tutti gli esercenti di Olbia. Nel Nord Sardegna, sia chiaro, rimangono altre 92 navi e circa 200 mila crocieristi da tenere in considerazione e coccolare, numeri consistenti che potrebbero crescere ancora nei prossimi mesi. Per il 2011, comunque, la compagnia ci ha garantito diverse prenotazioni, quindi siamo fiduciosi in un ritorno del gruppo Quail Travel e della clientela spagnola ad Olbia”.

Determinante per lo sviluppo del settore crociere nel Nord Sardegna, sarà la presenza dell’Autorità Portuale al Seatrade Cruise Shipping di Miami, che prenderà il via lunedì prossimo 15 marzo. Fiera mondiale che da 25 anni riunisce, nella più nota città della Florida, l’intera industria crocierismo internazionale, in un confronto aperto fatto di promozione, analisi e discussione di un sistema che viaggia su percentuali di crescita interessanti e che sembra non conoscere crisi.

Quest’anno, nel padiglione di 38 mila metri quadri del Miami Beach Covention Center, è prevista la partecipazione di 119 paesi, 73 compagnie, 220 testate giornalistiche di settore, per una previsione di oltre 10 mila visitatori provenienti da tutto il mondo.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*