Presentato il progetto europeo di monitoraggio dell’Alto Tirreno

Finanziato con il fondo UE per lo sviluppo regionale si propone di studiare le problematiche ambientali e l’incidenza dei servizi trasportistici

FIRENZE – L’ambiente del Mediterraneo è uno dei più ricchi e dei più vulnerabili al mondo. Le sue regioni marine e costiere sono esposte ad una serie di fattori provenienti per 1’80% da fonti di inquinamento di origine terrestre. Inoltre, i cambiamenti climatici e, tra questi, l’incremento della temperatura dell’acqua, sono considerati tra i possibili responsabili dell’alterazione del fragile equilibrio di questo delicato e particolarissimo ecosistema marino.

L’area di cooperazione dell’Alto Tirreno possiede un importante patrimonio naturale. Buona parte dei suoi litorali sono soggetti a regimi di tutela.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*