Ennesimo siluro ai porti le discrasie sulla sicurezza

Occorre l’armonizzazione delle norme entro il 15 maggio meglio se nel “Milleproroghe”

MILANO – Secondo Assologistica è reale e concreta la possibilità che dal 16 maggio prossimo si blocchino le attività nei porti italiani e che successivamente, dopo gli avvenuti adeguamenti organizzativi e di formazione del personale che richiederanno tempo e risorse, le operazioni di carico e scarico nei porti nazionali siano rallentate, meno competitive e più costose che negli altri porti europei. Sarà anche l’ultimo colpo ai porti di transhipment che competono con il Nord Africa.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*