Più stretta collaborazione istituzionale nel “new deal” dei porti del range

L’offerta degli imprenditori agli enti del territorio per superare le visioni localistiche – Confronto e non conflitto dell’intervento del presidente Gemignani

Andrea Gemignani

LIVORNO – Il ruolo dei porti di Livorno e Piombino nell’ambito della logistica europea. Bel tema quello di quest’anno dell’assemblea di Assindustria Livorno, anche perché era prevista – e c’è stata effettivamente – una palestra di interventi ben al di sopra del normale dibattito sui “pollai”.

“L’organizzazione del lavoro, il rispetto delle regole, la certezza dell’applicazione delle norme e una attenta attività di governance – ha spiegato Andrea Gemignani, presidente di Confindustria Livorno – rappresentano la base delle attività portuali, necessaria ad evitare l’emorragia di importanti traffici. La continua distorsione della concorrenza e del mercato, che dura ormai da anni, se non interrotta continuerà a produrre profondi guasti nel tessuto economico.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*