Sicurezza e shipping

L’iniziativa del Propeller’s Club su security e safety nelle navi

Marco Brusco

GENOVA – Due giorni di lavori, tra ieri ed oggi, per iniziativa del Propeller’s Club locale sui temi della sicurezza dello shipping.

La confluenza di sempre più numerose norme (nazionali, internazionali e comunitarie) concernenti la sicurezza nel settore ha inevitabilmente comportato la necessità di nuovi metodi operativi capaci sia di rispondere al dato normativo sia, al tempo stesso, di implementare la funzionalità delle varie operazioni trasportistico-marittime attraverso opportuni adattamenti.

Considerato dunque questo particolare contesto ed il dualismo che si è talvolta venuto formando tra i ruoli deputati agli operatori marittimi e quelli tipicamente autoritativi, è apparsa utile una riflessione sui nuovi scenari marittimi ora in atto e sui ruoli assunti dai numerosi soggetti coinvolti per valutare – almeno nei suoi momenti più salienti – il presente “stato dell’arte” e le possibili nicchie di criticità ancora emergenti nell’attuale sistema normativo in tema di sicurezza trasportistico-marittima soprattutto nell’ambito delle interrelazioni tra i soggetti chiamati ad implementare le condizioni di “safety” e di “security”.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*