Milioni al porto di Livorno dalla BEI e dal fondo CIPE

Le conferme nei documenti ufficiali – Intanto si aspettano le decisioni per le imminenti scadenze dei mandati di commissari per Guerrieri (Piombino) e Gallanti (Livorno)

Giuliano Gallanti

LIVORNO – Piovono soldi, promessi o richiesti, sul porto di Livorno. Il CIPE ha sbloccato i famosi 50 milioni che si aggiungeranno ai 200 della Regione Toscana e ai 200 dei mutui promessi dalla Port Authority per la Piattaforma Europa. E la BEI, banca europea d’investimenti, crede molto nel porto labronico, tanto da aver formalmente sottoscritto – come è stato enfatizzato alla fine della settimana scorsa su tutti i media nazionali e locali – un prestito di 90 milioni di euro (che non sono noccioline…) a tassi considerati molto favorevoli e con la restituzione scadenzata in vent’anni.
Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*