Mediterraneo, boom dei container e anche l’Italia fa la sua parte

GENOVA – Il Mediterraneo aumenta il ruolo di protagonista dei traffici commerciali marittimi mondiali con una crescita, negli ultimi 20 anni, del 500% del traffico container. A dare la spinta sono stati gli investimenti cinesi (4 miliardi) in portualità e logistica; il raddoppio del Canale di Suez (nel 2017 oltre 900 milioni di tonnellate transitate); la presenza di free zone strutturate che stanno concentrando ancora di più l’attenzione sul Mare Nostrum da parte degli operatori marittimi. Fonte delle informazioni a metà 2018 anche i rapporti di Italpress, ripresi da numerosi siti.

In questo quadro anche i porti italiani stanno dimostrando performance molto interessanti. Nel 2017 – ultimo anno con dati completi e certificati – l’import-export via mare ha sorpassato i 240 miliardi, un aumento del 12,4% sull’anno precedente. I dati emergono dal 5° Rapporto sull’economia marittima italiana, realizzato da SRM (centro studi collegato al Gruppo Intesa Sanpaolo) e presentato a Napoli, presso la Sala delle Assemblee del Banco di Napoli prima di agosto.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*