Nuove navi “green”, crescita globale e scelte etiche

Nella foto: I relatori del primo panel, da sx Ugo Salerno, Ennio Cascetta, Alfons Guinier, Emanuele Grimaldi, Andrea Annunziata, Mikael Makinen.

ATENE – Crescita su ogni versante del Gruppo Grimaldi e obiettivi chiari ed ambiziosi per l’ulteriore sviluppo futuro. Potrebbe essere questa la sintesi della 22a convention del Gruppo Grimaldi che si è  tenuta quest’anno nella capitale greca a sottolineare il ruolo importante di questo paese, ganglio di smistamento dei traffici delle Autostrade del Mare.

Nella relazione del presidente Emanuele Grimaldi e dagli approfondimenti a margine del convegno così come in quelli della conferenza stampa pomeridiana è emerso che l’andamento delle diverse attività del Gruppo nel corso di questo anno – nonostante la fase complessa che sconta il settore merci per la troppa concorrenza e forse anche per un andamento dei mercati non ancora ai livelli delle aspettative – è positivo ed in evoluzione praticamente in ogni segmento. Più nel dettaglio le compagnie del Gruppo Minoan e Finnlines hanno dato ottimi risultati: la prima grazie ad una giusta strategia a lungo termine, partendo da un forte indebitamento, è giunta ad un risanamento totale, investe e crea posti di lavoro; da parte sua la Finnlines raggiunge record nell’offerta dei collegamenti.  Più complessa la situazione della consociata ACL che nel Nord Atlantico si scontra con le problematiche dovute al governo Trump, fra le quali i recenti dazi doganali tra blocchi europei e statunitensi, ma riesce comunque a farvi fronte grazie alla sua solidità. Sul fronte del Mediterraneo occidentale Grimaldi Lines registra un aumento di 200mila passeggeri nel primo semestre 2018, aumenti di tonnellaggio nel servizio cargo nelle linee italiane di cabotaggio e potenziamento nei collegamenti “long bridge” tra l’Europa dell’est e dell’ovest. Stabilità nel business delle linee oceaniche EUROMED e DEEPSEA ed introduzione di nuovi porti in Messico e Stati Uniti.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*