Piombino sostituisce IMU con TASI

PIOMBINO – La misura recentemente approvata dal consiglio comunale di Piombino si traduce in un concreto sgravio per le imprese localizzate sul territorio, in relazione alla tassazione sugli immobili utilizzati nell’attività di impresa.

Il Comune ha accolto la proposta avanzata  da Confindustria Livorno Massa Carrara e a impatto zero sulle casse comunali: sostituire la quota IMU gestibile  dal Comune con una analoga quota di TASI, un tributo, quest’ultimo, integralmente deducibile ai fini IRES e IRAP dovute dall’impresa, quindi riferito alla fiscalità nazionale.

“Considerata la pesante crisi che da anni grava sul sistema industriale di Piombino”, afferma Umberto Paoletti, direttore generale di Confindustria LI MS, “mentre stentano ancora a prodursi gli effetti postivi degli Accordi di programma, abbiamo pensato a un intervento di politica industriale da attuare a livello locale che garantisse risultati concreti e tempi certi di attuazione, senza alcun impatto per le finanze comunali”.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*