Piano piano, i “miracoli” arrivano

LIVORNO – Con moto uniformemente accelerato – come si dice in fisica – le “porte” dello scalo labronico diventano sempre più accessibili alle navi delle nuove generazioni. E va riconosciuto che se l’Autorità di sistema da tempo va lavorando sulla strettoia del Marzocco, perché diventi sempre meno “strettoia”, anche la Capitaneria non perde tempo a rivedere in chiave positiva le regole dell’ingresso e delle uscite delle navi.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

   Invia l'articolo in formato PDF   

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*