“Alan Kurdi”: la Guardia Costiera la blocca in porto a Palermo

PALERMO – Quando le navi delle ONG che vanno a raccogliere i migranti diventano esse stesse un possibile pericolo per la salute e l’ambiente. È il caso che si è verificato quando ispettori della Guardia Costiera, specializzati in sicurezza della navigazione, hanno sottoposto la nave di una ONG denominata “Alan Kurdi”, di bandiera tedesca, ad un’ispezione volta a verificare l’ottemperanza alle norme di sicurezza della navigazione e di tutela ambientale ad esse applicabili. Come noto l’unità, ormeggiata nel porto di Palermo, è attraccata nei giorni scorsi dopo il periodo di quarantena svolto a seguito del trasferimento su nave Raffaele Rubattino dei migranti che aveva raccolto e che erano rimasti a bordo.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*