Per le stazioni navali l’Italia è in ritardo

Diego Gavagnin

ROMA – Dopo anni di annunciata disponibilità sui siti ufficiali – scrive Diego Gavagnin su ConferenzaGNL – a inizio maggio a Marsiglia c’è stato (come abbiamo già riferito n.d.r.) il primo rifornimento di GNL diretto da nave cisterna a nave utilizzatrice. Tutto è filato liscio sotto il controllo arcigno di una squadra di pompieri marittimi e di funzionari della Capitaneria di Porto.

Situazioni già viste, anche in Italia, e per operazioni ben più semplici. Truck to ship: rifornimenti in porti e cantieri di imbarcazioni, soprattutto traghetti, con autocisterne, ben piantate a terra, a navi, ben attraccate al molo. Operazioni così da noi ne sono state già effettuate quattro, la prima proprio in questi giorni, nel maggio 2014 a Civitavecchia, sei anni fa, promossa da ConferenzaGNL.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

   Invia l'articolo in formato PDF   

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*