Le “ecoballe” colpiscono di nuovo

FIRENZE – Forse sarà perché le parole le porta via il vento, come dice il vecchio proverbio (e i pisani aggiungono: …ma le biciclette i livornesi); forse sarà anche perché nessun proverbio ha mai parlato di portar via le “ecoballe”. Fatto sta che assistiamo a un’altra farsa all’italiana, proprio sulle “ecoballe” che da cinque anni sono sui fondali tra lo scoglio di Cerboli e il golfo di Follonica. Buttate in mare da una nave che le doveva portare in Romania, ce ne sono rimaste 45 sul fondo, tutte identificate e mappate dai sub della Guardia Costiera per l’impegno di oltre un anno del commissario straordinario ammiraglio Aurelio Caligiore, nominato dal Ministero dell’Ambiente. Ma il lavoro di Caligiore è finito perché il suo mandato è scaduto una settimana fa. E le “ecoballe” continuano a starsene sui fondali, inquinando e minacciando di sfasciarsi con effetti catastrofici.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*