Finalmente una tutela per gli autisti TIR italiani

Thomas Baumgartner

ROMA – Il Decreto Flussi – appena pubblicato in Gazzetta Ufficiale – riserva una quota di ingressi di cittadini non comunitari all’autotrasporto merci per conto terzi affinché possano essere impiegati come conducenti professionali purché in possesso di patenti equivalenti alla categoria CE e convertibili sulla base di esistenti accordi di reciprocità tra i Paesi terzi di provenienza e l’Italia. Si tratta di Algeria, Marocco, Tunisia in Nord Africa, Repubblica di Macedonia del Nord, Moldova e Ucraina in Europa dell’Est e nei Balcani, Sri Lanka in Asia.

“È una bella notizia per i nostri associati e per tutte le imprese del settore – ha dichiarato il presidente di ANITA, Thomas Baumgartner -, lavoravamo da tempo per ottenere questo risultato. Non è stato possibile riservare una quota completamente dedicata, così come avremmo voluto, ma è un primo passo importantissimo”. L’autotrasporto dovrà condividere i 6mila ingressi assegnati con l’edilizia, il turismo e gli alberghi.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*