Monticelli e la “Mission” dell’IMAT

Fabrizio Monticelli

IMAT è un ente di certificazione dei marittimi nato nel 2005 da un’idea visionaria del capitano Rosario Trapanese e da una società del Gruppo Cafima: quella di portare in Italia il modello americano del Nautical College, un “unicum” a certificare tutte le competenze e a dare servizi aggiuntivi al marittimo. Negli anni IMAT ha intensificato gli investimenti in tecnologie, in competenze di istruttori e docenti e in nuovi progetti. Ne parliamo con l’amministratore unico Fabrizio Monticelli.

Dottor Monticelli, quali competenze le compagnie richiedono oggi ai marittimi e come opera IMAT sul tema?

Si è passati negli anni a cambiare i criteri della formazione con l’interrogativo se le competenze fossero strettamente legate al marittimo o invece all’armatore. Si spingeva il concetto che le grandi risorse dell’armatore fossero la nave e le professionalità umane. Incidenti internazionali insieme alla nascita di tante e complesse normative hanno creato per le compagnie l’esigenza di una adeguata certificazione delle competenze dei marittimi valide in ambito IMO. Oggi occorre costituire un sistema di certificazioni di secondo livello che possa entrare in campi quali le core, vessel e function competences, diverse a seconda dei settori (traghetti ro-ro, merci, crociere etc.), per un vero portfolio delle competenze. Tutto ciò è strategico sia per la crescita professionale del marittimo sia per la compagnia che ottiene così un manuale delle procedure in grado di certificare e di costruire un sistema fluido di upgrade continuo. Ma non solo: ciò mette in condizione anche le autorità marittime di costruire un patrimonio di informazioni strutturato (meta-database) che fornisce agli organi decisori elementi di valutazione nell’ambito della normazione. Tutti elementi quindi concorrenti alla crescita dell’intero sistema.

Cos’è il CSM – Competence Management System, di cui si è parlato anche nella recente Port&ShippingTech e quali vantaggi apporta?

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*