Rinnovare il Corpo nel solco nella tradizione

Nella foto: Un disegno di Maupal per il calendario.

ROMA – 156 anni di storia nel segno dell’innovazione e della tradizione. A spiegarlo, in un’intervista esclusiva sul Notiziario della Guardia Costiera, è il nuovo comandante generale, l’ammiraglio Nicola Carlone, che traccia la rotta per le sfide del Corpo presenti e future. «Siamo una bella realtà e stare dietro a questa macchina complessa sarà un grande impegno»: la sfida – con i 10.800 donne e uomini della Guardia Costiera al suo fianco – sarà quella del rinnovamento nella continuità.

Nello stesso numero, il ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili parla del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, delle opportunità di uscire dalla pandemia con un paese più moderno e più equo. “Per i porti sarà scritta una pagina nuova”, afferma il professor Enrico Giovannini, indicando le risorse che saranno utilizzate per interventi infrastrutturali e per il rinnovo della flotta con navi a basso impatto ambientale, nonché quelle per rendere ancora più efficiente e moderna la propensione del Corpo a svolgere le missioni che le leggi dello Stato gli affidano.

Raccontarsi significa aprirsi, soprattutto verso le giovani generazioni, attraverso quel dialogo che è parte del DNA del Corpo. Non è un caso che a firmare il calendario 2022 – presentato all’ultimo Lucca Comics & Games – sia Maupal, illustratore romano, figura di spicco della street art, che si racconta ai lettori del Notiziario.

Identità significa tradizione, significa una storia ricca di episodi di eroismo e abnegazione per garantire la sicurezza in mare: Sotto le stelle de Giglio. Il naufragio della Costa Concordia, è il libro firmato da Salvatore De Mola, in uscita a gennaio, a dieci anni esatti dall’accaduto e di cui vi offriamo un’anteprima nelle pagine di questo numero.

E ancora: la prima volta della Guardia Costiera al Salone internazionale del Libro di Torino; la storia del Mediterraneo attraverso l’Archivio Storico Luce e il patrimonio audiovisivo del Corpo delle Capitanerie di Porto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*