I pellegrinaggi sul mare

LIVORNO – Sabato prossimo 19 novembre, nell’arco dell’intera giornata, si terrà un interessante convegno sui “cammini spirituali” dal titolo 🚶‍♀️🚶 “Le vie marittime del pellegrinaggio”.

Negli ultimi anni – recita la presentazione dell’iniziativa – sempre più persone si stanno avvicinando ai cammini spirituali come occasione di contatto con la natura, come modo diverso di passare le proprie vacanze, ma soprattutto come occasione per ritrovare sé stessi. Sono dei percorsi di crescita personale e di ricerca interiore, sono dei viaggi in cui si sceglie come compagni la lentezza, la natura, l’essenza delle cose, la semplicità, la solitudine, la fatica. Il camminare pervade il senso delle cose e la concezione della vita dei partecipanti, il loro comportamento, il rapporto con l’ambiente e le persone. Un rapporto che accresce conoscenze e rispetto per la natura e gli uomini e che arricchisce relazioni e socialità.

Livorno ed il Mediterraneo – continua la nota – sono storicamente e naturalmente al centro di Cammini quali:

  • il viaggio del Principe Cosimo III dei Medici che parte da Livorno con tre galere nel 1668 alla volta della Spagna;
  • il progetto della Comunità Toscana il Pellegrino con il Cammino di San Jacopo in Toscana che la proietta verso Barcellona;
  • la via di Santa Giulia che ci porta in Corsica;
  • l’AEVF (Associazione Europea Vie Francigene) che con la bretella fino ad Altopascio per portarci sul percorso della via di Francigena validato dal Consiglio d’Europa;
  • il comitato “Il Gioiello dimenticato” con la Cripta di San Jacopo in Acquaviva;
  • l’Itinerario Culturale Destination Napoleon ed altre di rilevanza analoga. 

Siamo di fronte alla straordinaria opportunità di fare di Livorno e della Toscana il fulcro di questi progetti – afferma ancora la nota – per creare una rete europea che vada da Barcellona a Santiago di Compostela e attraverso il Mar Mediterraneo, fino a Gerusalemme. Inoltre, sarà possibile esplorare collaborazioni formali con itinerari culturali esistenti e riconosciuti a livello internazionale, per iniziative di promozione territoriali e culturali comuni.

Non è un caso se il coordinamento scientifico del convegno è stato affidato al professor Paolo Caucci von Sauken – da molti considerato il massimo esperto vivente del Cammino di Santiago di Compostela – che coinvolgerà anche studiosi italiani e spagnoli di rilievo per gettare le basi di una collaborazione oltremare – (regione Catalana e della Galizia).

Il convegno di sabato prossimo, al quale sono invitati i rappresentanti dei Cammini ed Itinerari Culturali di maggiore rilevanza, interessati agli Itinerari Marittimi, si svilupperà nell’arco dell’intera giornata.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*