Assoporti sulla riforma: calibrare domanda e offerta

Troppi lacci e lacciuoli limitano oggi le Autorità portuali – Il falso problema del taglio del numero delle Authorities – Più manager e meno politica

Pasqualino Monti

ROMA – Presidente di Assoporti in uno dei periodi più delicati – e dibattuti – per la politica nazionale dei trasporti e della logistica, Pasqualino Monti è tra i 15 “esperti” della speciale commissione governativa che sta preparando la riforma della riforma. Ovvero, che cerca di dare un ordine (e un senso) ai cento e più “treni” che quotidianamente partono su come dovrà essere il “sistema Italia” in ambito portuale e logistico. Monti fa parte della sotto-commissione sulla “governance”, che opera a valle delle altre due commissioni, sulla valutazione dei traffici attuali e di quelli del prossimo futuro. Ecco l’intervista.
Presidente Monti, intanto una conferma: è vero che dovrete concludere i lavori ex art. 29 entro la fine di febbraio?
“E’ quanto la norma stessa ha indicato. E le assicuro che stiamo lavorando per rispettare i tempi, con un generale sforzo di approfondimento e di collaborazione”.
Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*