Piombino hub di General Electric

L’accordo firmato con la Regione Toscana e le ricadute – Guerrieri: e adesso avanti con gli altri progetti

Luciano Guerrieri

FIRENZE – Si concretizza il piano della Nuova Pignone, gruppo General Electric, per i nuovi investimenti nella Toscana con una forte proiezione anche sul porto di Piombino. E’ stato solennemente firmato a palazzo Strozzi Sacrati un doppio documento che comporterà per Piombino investimenti per “alcune decine di milioni” e la progressiva creazione di 300 posti di lavoro. Alla firma c’erano il governatore Enrico Rossi, l’ad di General Electric Jeff Immelt, il presidente di GE Oil & Gas Lorenzo Simonelli, il presidente della Nuova Pignone Massimo Messari con il ministro Federica Guidi a rappresentare il governo. Il sindaco di Piombino Massimo Giuliani e il commissario dell’Autorità portuale Luciano Guerrieri erano anch’essi presenti e si sono espressi con grande ottimismo sull’accordo.
Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*