Museo delle Navi di Pisa: anche come aule di scuola

Nella foto (da sx): Camilli, Munno, Muzzi, Pesciatini, Castelli.

PISA – La recente riapertura del Museo delle Navi di Pisa in Lungarno Simonelli 16 è avvenuta con l’annuncio che il museo è tra i primi in Italia a mettere a disposizione ufficialmente le proprie sale e i propri spazi come aule in vista della ripartenza della scuola a settembre. Con i suoi quasi 5000 metri quadri di superficie espositiva rappresenta, infatti, un’alternativa concreta all’aula tradizionale, garantendo una didattica in presenza, nel rispetto delle norme di distanziamento interpersonale.

La riapertura del Museo – dichiara il direttore Andrea Camilli – è stata una delle nostre priorità, ma non è stata una delle principali attività alla quale ci siamo dedicati durante la crisi sanitaria. La Soprintendenza ha infatti acquisito parte del complesso di San Vito, adiacente al museo: oltre alla progettazione della riapertura, alle necessarie manutenzioni, al perfezionamento e all’integrazione dell’esposizione, un folto numero di professionisti, interni ed esterni all’Amministrazione, ha quindi lavorato alla progettazione dei restauri degli edifici e del parco e alla progettazione del trasferimento nella palazzina retrostante gli arsenali del Centro di restauro del legno bagnato, ancora ospitato in modo provvisorio presso i capannoni a San Rossore, che nei nostri progetti aggiungerà a breve un altro polo di alta formazione alla città. Ma la riapertura del museo è il motore che dà forza ed energia a tutto il sistema: ci auguriamo che, oltre alla ripresa del turismo, gli stessi cittadini di Pisa, che già hanno tanto sostenuto ed apprezzato i risultati dei nostri sforzi, sostengano il loro museo visitandolo e pubblicizzandolo”.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*