Priorità: la revisione del piano della logistica

LA SPEZIA – “Gli effetti della pandemia che l’umanità sta subendo – scrive in una sua amareggiata nota l’Associazione Agenti Marittimi spezzina – sembrano indurre una nuova consapevolezza nelle classi politiche europee; ed in particolare in quella tedesca e francese che, piaccia o non piaccia, esprimono una leadership consolidata anche se talvolta prevaricante. È testimonianza dell’evoluzione in corso il diverso approccio nelle crisi del 2008/2011 quando fummo salvati da Mario Draghi che si impose all’Europa con il suo “whatever it takes” ed oggi che vede Germania e Francia aprire al Recovery Fund che non a caso viene definito Next Generation EU. Forse siamo in presenza di un’Europa tedesca che vede l’evoluzione ad una Germania europea.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*