Più soluzioni sostenibili nell’industria superyacht

VIAREGGIO – Cooperazione, supporto scientifico, comportamento dei clienti, ricerca e sviluppo sono le chiavi per la sostenibilità nel settore dei superyacht. Le esigenze tecniche e commerciali delle imprese della nautica devono diventare compatibili con gli obiettivi di zero emissioni e del miglioramento dell’efficienza energetica avvicinando le aziende alle spinte dettate dalla transizione ecologica. Il Superyacht Cluster Matching – evento svoltosi nei giorni scorsi online – ha dato modo a cantieri e fornitori (oltre 150 le imprese partecipanti) di Italia e Olanda – paesi che ospitano due dei principali distretti nautici al mondo – di creare nuove opportunità, scambi reciproci e connessioni su una grande sfida del settore, quella della sostenibilità e sull’internazionalizzazione della fornitura; ovvero di quali strumenti e competenze servono oggi per qualificarsi nel mercato globale.

La manifestazione – organizzata in occasione della celebrazione della Giornata della Terra – ha aperto, per la prima volta, il confronto ed ha permesso di valutare come, in entrambi i Paesi, imprese e cantieri stanno rispondendo in modo positivo a questi importanti cambiamenti. Da un lato, migliore formazione e aumento delle competenze del management aziendale hanno prodotto un effetto positivo in tutte le fasi di produzione (design, costruzione, refit, impianti, uffici tecnici, implementazione a bordo); dall’altro la necessità di rispondere ad esigenze dettate da una clientela disposta ad acquistare oggetti belli ed esclusivi ponendo più attenzione alle certificazioni, al rispetto ambientale e alla sostenibilità e all’etica dei prodotti e dalla forte presenza sul mercato di società di charter con esigenze di efficientamento di barche e yacht e meno impattanti.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*