Tutti insieme appassionatamente ma sui temi concreti mancano i fatti

Anche la “Carta” sembra più che altro un elenco di buone intenzioni sebbene il sottosegretario Velo abbia annunciato commissioni tecniche al lavoro – Le uscite del presidente della Regione Rossi contro Comune e Port Authority – Le porte Vinciane

Silvia Velo e Gian Luca Galletti.

LIVORNO – Sulla “Carta di Livorno” per il rilancio dell’economia “sostenibile” sul mare (vedi documento sul sito) varata dal recente convegno voluto da Silva Velo, ci sono già svariate chiavi di lettura. L’impegno è stato notevole: un giorno e mezzo di lavori, quasi quattrocento tra politici, tecnici e ricercatori, una doppia location – il Palacrociere e la Fortezza Vecchia, entrambe con davvero una buona regia organizzativa della Porto 2000, che si è anche fatta pagare ed ha “rodato” un sistema d’accoglienza che si spera sarà messo a frutto – e poi il ministro dell’Ambiente, il suo sottosegretario, due presidenti di Regione, una dozzina tra direttori generali e dirigenti apicali ministeriali: insomma, una mobilitazione che a Livorno non s’era mai vista, il tutto nel nome della “Marine Strategy e Blue Growth”, ovvero di rilanciare una strategia per valorizzare il mare e trovare la quadra tra le esigenze della salvaguardia ambientale e lo sviluppo economico.
Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*