Venezia tra crisi e sogni (anche per 1 milione di teu)

I fondali di Marghera sono tra le richieste più urgenti – Il timore dei costi portuali e delle “tasse di scopo”

La tavola dei relatori al Propeller di Venezia.

VENEZIA – Due facce, due percorsi, un bivio per la più grande azienda del Veneto: in gioco è la sopravvivenza del porto di Venezia. In sintesi è questo quanto è emerso dal meeting dell’International Propeller Club di Venezia presso l’hotel Bologna di Mestre. “Da Affari di Porto a … Porto degli Affari” il provocatorio tema sul quale di fronte ad un’affollata platea di operatori e pubblico si sono confrontati il presidente dell’Autorità Portuale professor Paolo Costa, quello della Venezia Terminal Passeggeri avvocato Sandro Trevisanato, il direttore del Compartimento Marittimo del Veneto e comandante della Capitaneria di Porto di Venezia ammirglio Tiberio Piattelli e il comandante della Guardia di Finanza di Porto, aeroporto e Interporto colonnello Magro moderati dal presidente del Club Massimo Bernardo.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*