Alberto Ricci presidente a Livorno dell’Associazione degli industriali

Amara tavola rotonda sui tanti pronlemi delle imprese e le discrasie con le istituzioni

Alberto Ricci

LIVORNO – L’Associazione industriali, ovvero la Confindustria della provincia livornese, ha chiuso il quadriennio presidenziale di Andrea Gemignani eleggendo al suo posto Alberto Ricci, già vicepresidente e titolare di imprese nel comparto costruzioni che occupano circa 30 dipendenti. Una successione senza scosse – è stato sottolineato – in un’atmosfera per le imprese tutt’altro che brillante, sia per la crisi internazionale che continua a massacrare quasi tutti i comparti imprenditoriali, sia per lo scontro con le istituzioni locali, evidenziato anche dalla totale assenza di rappresentanti del Comune e della Provincia all’assemblea stessa.

La parte pubblica dell’assemblea è stata aperta dal saluto istituzionale del presidente della Camera di Commercio Roberto Nardi (che ha citato malignamente la celebre frase di Luigi Einaudi sulle imprese che lavorano, producono, s’ingegnano e crescono malgrado i poteri pubblici facciano tutto per metter loro bastoni tra le ruote con tasse e burocrazia) e si è sviluppata nella relazione di fine mandato di Gemignani. Che ha colto sia le istanze delle imprese, sia le carenze delle istituzioni, sia i riflessi della crisi internazionale, porti e trasporti compresi.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*