Il “miracolo” Zim

Ritorno al profitto e drastici tagli alle attività meno vantaggiose

Rafi Danieli

HAIFA – Una cura da cavallo, ma che sta dando i suoi risultati per la compagnia israeliana Zim, colpita duramente – come tante altre – dalla crisi internazionale finanziaria del 2008/9. In un recente sondaggio pubblicato dall’advisor indipendente marittimo “Drewry Shipping” si indica per Zim un recupero “significativo” sia in termini di affidabilità, sia di performances, anche in rapporto con i principali competitors. Nel terzo trimestre in particolare Zim è passata dal 15º al 12º posto nella graduatoria nazionale e ultimamente è rientrata tra i primi 10 vettori mondiali in termini di affidabilità e pianificazione.

In una recente intervista a “Globes”, il ceo di Zim Rafi Danieli ha ricordato che la compagnia lungi dal voler rimediare ai danni della crisi ha fatto tutto il possibile per anticipare le terapie d’urto per fronteggiarle. Un anno fa la compagnia era stata colpita da una delle più pesanti crisi della sua storia, avendo bruciato oltre 800 milioni di dollari.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*