“Riforma nascosta” della 84/94 nella nuova Legge di stabilità

Alessandro Cosimi, secondo molte voci candidato all’Autorità portuale di Livorno dopo Gallanti, interviene sulla modifica dell’art. 17 – Benefici e timori

Alessandro Cosimi

LIVORNO – “La riforma portuale all’italiana? Potrei dire che l’ha già fatta la legge di stabilità di Letta, con un semplice codicillo che modifica l’articolo 17 della 84/94. E pochi se ne sono accorti”.
Un giudizio netto e sotto molti aspetti tranchant che viene da Alessandro Cosimi, sindaco di Livorno in scadenza: ma per l’occasione nella sua veste di vicepresidente del comitato delle Regioni marittime a Bruxelles, oltre che relatore – sempre al parlamento europeo – degli indirizzi delle periferie marittime per la portualità.
Per Cosimi, l’elemento più significativo della “riforma nascosta” del governo Letta è quel semplice articolo 108 della legge di stabilità che alla fine mette gli art. 16 in concorrenza con gli art. 17 sull’erogazione del lavoro temporaneo sulle banchine.
Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*