Al Salone di Genova la rivoluzione di Yamaha

GENOVA – L’hanno già battezzata, con parecchia enfasi, come una “rivoluzione”. In vista del 50º Salone nautico di Genova, che si tiene dal 2 al 10 ottobre, quello che è diventato il principale costruttore di fuoribordo al mondo, la giapponese Yamaha, ha rivoluzionato la sua linea dei 4 tempi più potenti da (225 a 300 cv) aggiungendovi un medio-piccolo da 70 cv che in Italia potrebbe arrivare anche “depotenziato” a 40 cv per coloro che non hanno la patente nautica. E con molte chanches visto che come 70 cv è più leggero anche del 70 Evinrude (2 tempi) ad oggi il fuoribordo di pari potenza con massa più contenuta.

La novità dal Giappone non consiste tanto nelle potenze, che sono in listino da Yamaha già da qualche anno. Ma dal fatto che analoghe potenze sono ricavate da una rivisitazione totalmente nuova degli organi meccanici e dell’elettronica per cui questi 4 tempi sono a parità di potenza tra i più leggeri sul mercato; anche più leggeri di alcuni 2 tempi, come già accennato, che vantano rispetto ai 4 una minore complessità meccanica.


Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*