Il Pot presentato a Capraia

Il presidente Piccini ha illustrato le linee di partenza nella giornata di inaugurazione del nuovo attracco del traghetto

CAPRAIA ISOLA – L’occasione è stata l’inaugurazione, avvenuta ieri, del rinnovato attracco per il traghetto Toremar, realizzato dalla Cidonio per la Port Authority prima di Nereo Marcucci ed adesso di Roberto Piccini. Con un piccolo ricevimento a bordo del traghetto “Aethalia” offerto dall’amministratore unico Angelo Roma per conto della compagnia, e quindi la cerimonia sul piazzale realizzato a fianco della banchina, dove oggi (vedi foto) la nave attracca molto più in sicurezza che nel passato.

L’occasione ha consentito al presidente Piccini di tenere un comitato portuale straordinario proprio a Capraia, nel corso del quale sono state presentate le linee propedeutiche al nuovo POT (Piano operativo triennale) che riguarda il periodo dal 2010 al 2012.

Linee tutto sommato abbastanza generiche – ha riferito Piccini – perché il percorso per l’approvazione del POT sarà lungo e richiederà oltre una ventina di sedute. Un percorso quindi che si concluderà alla fine dell’estate.

Sulle linee del POT ci sono poche novità assolute e molte conferme: tra cui l’impegno per la seconda vasca di colmata, il potenziamento degli accosti dei traghetti grazie all’acquisto di due nuove piattaforme galleggianti (la gara è in corso di valutazione tra le 16 ditte che si sono fatte avanti, il primo dei due pontoni dovrebbe arrivare entro la fine dell’anno) e la privatizzazione “parziale” della Porto 2000, di cui Port Authority e Camera di Commercio dovrebbero mantenere gli immobili ma cedere ai privati la gestione.

Un comitato atipico comunque quello di ieri a Capraia e non solo per la diversa sede, e per il fatto che il rappresentante di Capraia, Gaetano Guarente, ha ovviamente spezzato più lance a favore del completamento dei lavori dell’attracco con la già preannunciata diga di protezione. Ma è stato atipico anche perché l’apertura del dibattito sul POT ha segnato anche l’avvio del pissi-pissi-bao-bao (politico ma non solo) sulle concrete possibilità di Roberto Piccini di essere riconfermato alla presidenza della Port Authority all’ormai prossima scadenza di autunno. E ovviamente se ne sono dette – in comitato ma specie nei corridoi – davvero di tutte, riciclando anche le non recenti voci su una possibile candidatura alternativa dell’ex assessore regionale Riccardo Conti.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*