Festa della vela al TAN

I riconoscimenti di “Italia per la vela” – Presentata l’ex motovedetta delle Capitanerie oggi in servizio al nautico “Cappellini” – La chiusura domenica prossima

I premiati di “Italia della Vela”

LIVORNO – Primo week-end del 27º Trofeo Accademia Navale, e prime belle giornate – finalmente – per godersi anche la tradizionale passeggiata al villaggio “Tuttovela”. Con un pienone di gente – vero e proprio record – in tutta la scorsa domenica. Ha fatto da richiamo anche il trofeo veloci intitolato a Gaetano D’Alesio, vinto dall’armo del Venezia. Ma il clou di partenza del TAN è stata la premiazione, svoltasi all’Accademia Navale, dell’ormai classico trofeo “Premio Italia per la vela”. Hanno presenziato le massime autorità, ospite l’ammiraglio di divisione Pierluigi Rosati comandante dell’istituto, dal presidente della Provincia Giorgio Kutufà all’assessore comunale professoressa Giovanna Colombini. Presente anche l’amministratore delegato di Olt offshore Peter Carolan, nuovo sponsor del TAN.

L’ammiraglio Dell’Anna, comandante la Capitaneria, alla presentazione della ex motovedetta oggi in servizio al Nautico “Cappellini”.

Ed ecco i vincitori della decima edizione del premio. Miglior regatante maschile: Andrea Bonezzi (campione mondiale Contender). Miglior regatante donna: Silvia Benini e Sara Marchionni, campionesse mondiali Vaurien. Miglior velaio: Veleria Olimpic Sail (per le nuove vele a filo continuo). Miglior progetto per la vela: architetto Sergio Lupoli, per il Comet 11. Miglior restauro di barca d’epoca (premio Aive): “Eilean”, ketch bermudiano di 22 metri progettato e costruito nel 1936 dai cantieri scozzesi Fife, rimesso in pieno splendore alla fine dell’anno scorso per iniziativa di Officine Panerai di Firenze.

Il premio speciale Oltre la vela,  riservato alla disabilità, è stato assegnato al gruppo nautico Dielleeffe di Desenzano sul Garda per un progetto che al terzo anno di sviluppo, ribadisce gli effetti positivi della vela come strumento nelle aree del disagio sociale. Infine, il premio speciale Olt è andato all’Assonautica di Livorno, istruttore Beppe Fissore, “per l’impegno profuso da sempre verso la disabilità” con la sua scuola di vela permanente per portatori di handicap, che si avvale in particolare delle imbarcazioni 2.4 mR e Martin 16’.

Tra le tante iniziative del TAN da sottolineare anche le uscite sulla nave scuola “Palinuro” e la presentazione da parte dell’istituto nautico “Cappellini” di una vecchia motovedetta dismessa dalle Capitanerie di porto e rimessa in piena efficienza dagli studenti dello stesso nautico per essere utilizzata come barca-scuola. Il 27º trofeo continuerà per tutta questa settimana fino alla cerimonia di chiusura in programma per domenica 2 maggio all’Accademia.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*