La Spezia riprende

Tutte le principali voci merceologiche sono in crescita

Lorenzo Forcieri

LA SPEZIA – Si consolidano nel primo trimestre 2010 i positivi segnali di ripresa dei traffici nel porto della Spezia: da gennaio a marzo sono stati infatti movimentati un totale di 276.773 contenitori (TEU), con un incremento dell’11,6% rispetto al 2009.

I contenitori in import sono stati 138.082 TEU (+10,5%) mentre quelli in export 138.691 (+12,3%).

La Spezia Container Terminal ha movimentato nel trimestre 220.160 contenitori (+5,6%), il Terminal del Golfo 37.396 contenitori (+17,2%) mentre Speter fa registrare da inizio anno un progressivo di 19.217 TEU.

Nelle rinfuse liquide nel primo trimestre si manifesta una decisa ripresa delle movimentazioni con 553.657 tonnellate movimentate (+28,8%) dovute esclusivamente alle importazioni di gas liquido presso il terminal GNL Italia che con 390 mila tonnellate incrementano del 67,8%.

Ancora in flessione invece risultano gli altri prodotti raffinati con 163.870 tonnellate movimentate (-17%).

Anche nel settore delle rinfuse solide si registra una forte inversione di tendenza con 576.655 tonnellate movimentate nel trimestre (+219%): il risultato è dovuto principalmente alla ripresa degli sbarchi di carbone al terminal Enel che con 503.039 tonnellate ha in pratica triplicato i volumi dello scorso anno.

Per quanto attiene alle merci varie, containerizzate e convenzionali, sono state movimentate in totale nel primo trimestre 3.041.855 tonnellate (+5,8%).

Il movimentato complessivo del porto si attesta nel 1º trimestre 2010 a 4.172.167 tonnellate, pari ad un incremento del 19,7% sullo stesso periodo dell’anno scorso.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*