Ente Bacini Franco Curci neo presidente

GENOVA – Franco Curci è stato nominato presidente di Ente Bacini s.r.l.. Questa nomina viene a completare il nuovo assetto del vertice di Ente Bacini, nuovo assetto al quale si era iniziato a lavorare fin dallo scorso mese di marzo quando venne nominato un nuovo CdA.

Il nuovo vertice vede oltre a Franco Curci, Luigi Aligata in qualità di AD e Mauro Vianello in qualità di consigliere. Dal marzo scorso, Aligata aveva temporaneamente assunto anche la carica di presidente in attesa della individuazione più opportuna da parte dei soci di minoranza di una candidatura con i requisiti di capacità e specifica esperienza nel settore. Franco Curci, imprenditore del settore riparazioni navali e consigliere di sezione in Assoindustria, presenta certamente le caratteristiche richieste tanto che, dopo essere entrato recentemente (29/04/2010) nel CdA di Ente Bacini, è stato oggi proposto per la carica di Presidente dal consigliere Vianello (già presidente di Ente Bacini fino ai primi mesi del 2009) ed è stato eletto all’unanimità.

Lo sviluppo produttivo del settore della manutenzione e della cantieristica navale passa attraverso quello dei bacini e viceversa; di ciò rappresenta inequivoca conferma l’attuale coefficiente di occupazione delle vasche ottenuto sia grazie all’oggettivo livello di qualificazione imprenditoriale e professionale delle molte aziende che operano nel settore, sia grazie alla professionalità e disponibilità dei tecnici e delle maestranze di Ente Bacini.

In tale logica vanno perseguiti la razionalizzazione ed il potenziamento del settore, anche attraverso il reperimento di nuovi spazi e la realizzazione di nuove infrastrutture.

Questi obiettivi, anche alla luce di quanto recentemente annunciato dal presidente dell’Autorità Portuale Luigi Merlo, alla presenza del presidente della Regione Liguria Claudio Burlando, sembrano diventare concretamente realizzabili grazie agli investimenti già decisi.

In particolare: realizzazione del sesto bacino, adeguamento di quelli  esistenti, interventi di  protezione ambientale e di sicurezza, nuova rete elettrica di alimentazione per le navi in riparazione, unitamente ad una più attenta gestione aziendale di Ente Bacini devono armonizzarsi con la capacità di miglioramento e di investimento delle aziende del settore per fare sì che i bacini del Porto di Genova rappresentino sempre più  una risorsa economica di sicuro riferimento a servizio di un comparto industriale più efficace ed efficiente”.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*