Partita aperta sul TDT

Gli eventuali partner sostitutivi a fianco dei portuali sono ancora in fase di definizione – E avanza l’ipotesi di un ricorso alle banche con l’appoggio della Lega

Enzo Raugei

LIVORNO – Niente di scontato – è almeno questa la versione ufficiale di entrambe le parti – nel divorzio che si sta consumando tra Compagnia portuali e Contship Italia sul Terminal Darsena Toscana. L’impegno di entrambi i partner è di non creare difficoltà di lavoro sulla banchina e di operare con i clienti come se non ci fossero problemi interni. In questi giorni poi l’amministratore delegato (quota Contship) Leonardo Martini è in ferie e il presidente della Cilp Enzo Raugei è in Olanda. A far che? Glielo abbiamo chiesto alla partenza e lui ridendo ci ha risposto, testualmente: “ Sono in vacanza. E poi, chissà che non ci scappi un nuovo partner per il Tdt?”

Può essere una battuta, ma l’Olanda è vicina alla Danimarca, sede di Maersk, come è vicina alla Germania ed – attraversando la Manica – anche alla Gran Bretagna, dove molti grandi armatori hanno importanti uffici per l’Europa. Insomma, l’impressione è che la partita sia ancora aperta e che le voci che davano per scontato l’ingresso di Forsea del gruppo di Luigi Negri siano per il momento più che altro speranze.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*