Sul filo di lana la conclusione per il TDT avanza anche la tesi della Cilp da sola

Si prenderebbe così più tempo per trattare poi su svariati tavoli e spuntare l’offerta migliore – Il ruolo della Lega delle Cooperative e la “livornesità” del terminal che la stessa Authority vorrebbe garantire

Enzo Raugei

LIVORNO – Può darsi che quando uscirà questo giornale i giochi siano stati nel frattempo completati. Ma i dubbi che si possa andare ai tempi supplementari nel fine settimana crescono di ora in ora. A fronte di una Cilp letteralmente “blindata” – che non risponde ed ovviamente deve tenere aperte tutte le strade – il mondo del porto livornese va avanti a ipotesi sul passaggio di poteri (e di proprietà) tra Contship Italia e il nuovo, eventuale socio di Cilp, nel Terminal Darsena Toscana. E tra le ipotesi c’è anche quella che a fronte di difficoltà a concludere la trattativa con il gruppo Negri di Genova, Cilp abbia trovato l’appoggio di una o più banche – con la Lega delle cooperative di supporto – per liquidare Contship dei 20 milioni necessari entro e non oltre i primissimi giorni della prossima settimana. Come noto il termine scade, secondo i patti parasociali, il 16 settembre, ma è chiaro che 20 milioni non sono bruscolini e non si rimediano – né si pagano – con una valigiata in pochi minuti.


Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*