Coinvolgere i capitali privati nei porti è la sfida per salvare l’Italia sul mare

Gli esempi dei progetti di Trieste e Venezia ma anche la crescita delle Autostrade del mare e la speranza che gli “ecobonus” diventino una scelta dell’Unione Europea – Mezzo milione di Tir all’anno tolti con Ram dalle strade

Tommaso Affinita

GENOVA –  L’ecobonus per i Tir che hanno scelto di viaggiare sul mare invece che sulle strade, si è fermato al 2009. Ma RAM (Rete Autostrade del mare) che lo ha gestito spera ancora in un “rilancio” per il 2010 e in un successivo inserimento del principio nelle normative dell’Unione Europea; che lo renderebbero valido anche su altri mari come il Baltico, dove i traghetti ro/ro (tra i quali gli italiani del gruppo Grimaldi) svolgono funzioni importanti come nel Mediterraneo.
Ne abbiamo parlato con l’avvocato Tommaso Affinita, noto esperto di problematiche portuali e attualmente amministratore delegato di RAM.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*