La solitudine dei numeri primi …

LIVORNO – Bisogna riconoscerlo: a volte essere numeri uno, specie dopo un esaltante periodo in cui sembra di vivere al di sopra di ogni giudizio, un passo sotto Dio, può anche provocare cadute verticali e improvvise di autostima. O complessi d’inferiorità. O crisi. Del resto, il vecchio detto: “Chi troppo in alto sal / cade sovente / precipitevolissimevolmente” qualche attinenza con la realtà deve averla.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*