L’amm. Brusco presidente del Welfare gente di mare

Il comitato ha formalizzato il passaggio di consegne – L’importanza del supporto ai marittimi in un periodo di grandi turbolenze per lo shipping internazionale

Marco Brusco

ROMA – L’ammiraglio ispettore capo Marco Brusco, comandante generale del corpo delle Capitanerie, è il nuovo presidente del comitato nazionale “Welfare della gente di mare”. Sostituisce nella carica l’ammiraglio ispettore capo Raimondo Pollastrini, in pensione da qualche mese, che è stato uno dei co-fondatori dell’importante comitato.

Il passaggio delle cariche si è svolto nel corso della sessione plenaria del comitato nazionale ospite al comando generale delle Capitanerie di Roma. E’ stato ribadito che sono le Capitanerie di porto italiane che a livello territoriale, rappresentano le “case dei marittimi” e che il comandante del porto coordina tutte le attività assistenziali dei comitati territoriali; comitati che vedono coinvolti tutti i principali protagonisti del cluster marittimo e degli enti assistenziali locali, con obiettivo principale il supporto – sia amministrativo, sia umanitario, sia eventualmente anche giuridico e medico – a tutti gli uomini di mare: “Affinché quella forma di inevitabile isolamento – ha ribadito l’ammiraglio Brusco – nel quale il marittimo è costretto a vivere a bordo, possa terminare ogni qualvolta la sua nave tocchi un porto italiano, garantendogli anche un adeguato ponte almeno telefonico con la propria famiglia”.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*