Diagnosi ok ma dove sono le terapie?

ROMA – Non c’è dubbio che il quadro tracciato qui a fianco da Unioncamere  sullo stato dell’arte – ma meglio sarebbe dire lo stato del disastro – delle infrastrutture italiane rappresenti una diagnosi seria e anche approfondita della realtà. Ferrovie, autostrade,  colli di bottiglia portuali, intermodalità a livelli primordiali sono fattori che ciclicamente vengono denunciati, e sui quali lo stesso governo non ha altra difesa che rimandare all’atteso, conclamato ma ancora non partorito piano della logistica.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*