Civitavecchia, non solo crociere con una nuova darsena containers

Quattrocento milioni di investimenti nei prossimi tre anni e crescita in tutti i settori di eccellenza – L’obiettivo è intercettare anche i traffici con le Americhe

Pasqualino Monti

CIVITAVECCHIA – Il primo a prendere il volo tra i nuovi presidenti di Port Authority con una paginata su Il Sole-24 Ore, è stato Pasqualino Monti su Civitavecchia. Un riconoscimento, se non fosse abbastanza chiaro, delle sue capacità di manager nato e cresciuto all’interno dei meccanismi di quel porto, ma anche e specialmente del ruolo sempre più importante che lo scalo va assumendo nell’organigramma nazionale. La continuità di una crescita avviata dalla presidenza Nerli – gliene va dato atto – e incrementata da quella ancor più dinamica sotto Moscherini, che aveva raggiunto traguardi impensabili anche nel drenare finanziamenti.

Oggi il presidente Monti può partire – ha detto al Sole-24 Ore – da una posizione che è già invidiabile: primo porto del Mediterraneo per le crociere con una previsione per quest’anno di 2,5 milioni di passeggeri e quasi altrettanti per i traghetti.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*