Le provocazioni e il sesso degli angeli

LIVORNO – La domanda, da parte di molti, non è provocatoria: non sarà che il piano provocatorio sul “porto che vorrei” di Gallanti sarebbe un modo di buttar la palla in fallo, scendendo una discussione sui massimi sistemi mentre zitti zitti (o quasi) si cominciano a tagliar le unghie di quelli concreti ed attuali?

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*