Tutti di nuovo in funzione i servizi tecnico-operativi

La sala operativa della Guardia Costiera riaperta nella sede principale – Il supporto dei servizi di Savona

Felicio Angrisano

GENOVA – Uomini e mezzi della Guardia costiera, dei Vigili del Fuoco e di tutte le forze di polizia presenti nel porto di Genova sono stati impegnati incessantemente nelle ricerche del maresciallo Francesco Cetrola e del sergente Gianni Iacoviello, militari del Corpo in servizio nella Sala Operativa della Guardia Costiera posizionata nella Torre di controllo del porto crollata alle 23 del 7 maggio scorso a seguito dell’urto provocato dalla porta container “Jolly Nero”.
Al momento dell’incidente nella torre, che per fatalità ha coinciso con il cambio turno del personale militare, erano presenti 13 persone, 2 operatori del corpo piloti, 1 dei rimorchiatori e 10 militari della Guardia Costiera, 4 dei quali – il tenente di vascello Enea Pecchi, i sottocapi di 1ª cl Raffaele Chiarlone e Giorgio Meo e il sottocapo di 2ª cl Gabriele Russo – sono stati prontamente soccorsi e ricoverati per le fratture riportate nel crollo, nei nosocomi della città ligure.
Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*