Nell’assemblea di Assoporti gli impegni per la riforma

Un nuovo regolamento per le concessioni e l’impegno sulle infrastrutture anche “immateriali” che costano grandi inefficienze al paese – Le richieste del cluster marittimo

Il tavolo dei relatori.

ROMA – La riforma dei porti ci sarà, arriverà in tempi accettabili e comprenderà una serie di provvedimenti – decreti ma non solo – che coinvolgeranno sia il ministero delle Infrastutture e Trasporti, sia quello dell’Ambiente (dragaggi), infine quello che si sta occupando della riforma della pubblica amministrazione. Parola di Graziano Delrio all’assemblea di Assoporti di mercoledi scorso che, tra l’altro, ha annunciato per settembre una proposta del dicastero sul nuovo regolamento delle concessioni (riportiamo il suo intervento integrale in prima pagina).
Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*