Sul sistema TPCS dei porti il corridoio telematico con DBA

L’interessante relazione del gruppo trevigiano specialista in tecnologie avanzate sulla piattaforma informatica per le merci in transito – Il modello ideale e le varie fasi

L’ingegner Francesco De Bettin durante la relazione insieme allo staff DBA Group. Alla sua sinistra Maria Gloria Giani Pollastrini.

LIVORNO – Per l’apertura della nuova stagione 2015-2016 il Propeller labronico ha scelto di trattare il tema della informatizzazione dei porti. La presidente Maria Gloria Giani Pollastrini ha invitato la DBA Group ad illustrare ai soci ed ospiti le opportunità offerte dalle tecnologie avanzate. La DBA è una holding di ingegneria trevigiana con sedi in Italia ed all’estero operante nella progettazione di infrastrutture, nel project management e nel software per le tecnologie, che ha visto un forte sviluppo negli ultimi 5 anni tanto da portare il suo fatturato dai 15 milioni del 2010 ai previsti 40 milioni di fine 2015 ed a 350 dipendenti il suo team.
Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*