Guerra dei rinfusi a Livorno (e intanto il Tar boccia Scotto)

Respinta dal tribunale amministrativo l’istanza per la Cotunav mentre avanza l’ipotesi di una “comparazione” tra le due offerte in competizione per i rinfusi

Roberto Alberti
Federico Barbera

FIRENZE – Ricorso respinto e spese compensate tra le parti in ragione della complessità delle questioni trattate: con una sua nota l’Autorità portuale di Livorno ha comunicato che il Tribunale Amministrativo Regionale per la Toscana (sezione seconda) ha dato ragione all’Autorità Portuale, respingendo le motivazioni che il 9 marzo scorso avevano portato la società Scotto e l’agenzia marittima Austral a chiedere l’annullamento del provvedimento con il quale, un mese prima, il commissario Gallanti aveva negato alla società concessionaria della banchina 42 del lato sud del Molo Italia, l’autorizzazione a svolgere stabilmente operazioni portuali a servizio della Cotunav, titolare di una linea di traffico dalla Tunisia con due navi traghetto che trasportano, per due volte alla settimana, sia merci rotabili che container.
Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*