Ridotto l’obbligo del secondo pilota per le crociere nel porto di Livorno

Giuseppe Tarzia

LIVORNO – Come aveva preannunciato da un paio di settimane, il comandante del porto contrammiraglio Giuseppe Tarzia ha dunque presentata la nuova regolamentazione volta alla revisione della vigente disciplina del servizio prestato dal secondo pilota nel porto di Livorno. L’iniziativa ha completato e definito, rinnovandola, l’offerta dei servizi tecnico – nautici, facendo seguito a quella che nei giorni scorsi ha interessato il servizio di rimorchio. È stata così coniugata sicurezza, efficienza e competitività: in particolare, per il servizio di rimorchio si è sanata una carenza segnalata anche dai piloti del porto dal momento che la previgente regolamentazione non prevedeva l’obbligatorietà dell’utilizzo dei rimorchiatori per le navi da crociera in manovra sulla sponda opposta alla Darsena Petroli. L’Autorità marittima ha pertanto definito nuove prescrizioni – sottolinea una nota della Capitaneria – dopo aver valutato il rischio connesso con la presenza di navi petroliere proprio in prossimità degli accosti ove vengono ormeggiate le navi da crociera; e dopo aver considerato imprescindibile anche l’esigenza di garantire, comunque, pur in assenza di navi petroliere, l’integrità dell’intera sovrastruttura della Darsena Petroli, che svolge un servizio essenziale ai fini dell’approvvigionamento energetico.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

   Invia l'articolo in formato PDF   

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*