Urgente la riforma della riforma portuale

VENEZIA – C’è amarezza e c’è un senso di urgenza che la crisi economica mondiale accentuata dalla pandemia rende più che attuale. E c’è anche, di contro, la consapevolezza che la stessa pandemia affastella i problemi, con un governo che ormai vive in continua emergenza. Sono queste le premesse dell’iniziativa dell’AdSP veneta che a quattro anni dall’inizio della riforma portuale – semiabortita – per aggiornate quella del ‘98 ha deciso di fare il punto coinvolgendo in un webinar tecnico alcuni soggetti chiave della logistica e dei trasporti in ambito nazionale. L’incontro ha coinvolto Natale Mazzuca vicepresidente di Confindustria con delega all’Economia del Mare, Luigi Merlo presidente di Federlogistica Conftrasporto, Guido Nicolini presidente di Confetra e di Pino Musolino commissario straordinario dell’AdSP del Mare Adriatico Settentrionale. La conversazione è stata coordinata e moderata da Alessandro Panaro responsabile Maritime & Energy di SRM – Studi e Ricerche per il Mezzogiorno.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*