Ordinanza allarga il fronte del ristoro per i camionisti

ROMA – Conftrasporto soddisfatta a metà: anzi per niente. L’ordinanza emanata per dare una risposta alle esigenze di ristoro agli autotrasportatori, firmata dal ministro dei Trasporti De Micheli e dal ministro della Salute Speranza, non risolve infatti il problema dell’accesso ai servizi igienici lungo le strade statali e provinciali.

“Se da un lato il provvedimento consente l’apertura dei punti di ristoro anche nei porti e negli interporti, come avevamo chiesto, dall’altro non scioglie il nodo del disagio degli autotrasportatori che si trovano a viaggiare lungo le strade secondarie”, spiega il vicepresidente di Conftrasporto-Confcommercio Paolo Uggè.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*