Un’indagine dell’ART sui diritti degli utenti

TORINO – L’Autorità ART ha avviato un’indagine conoscitiva, per raccogliere ogni elemento utile ad avviare un procedimento di definizione del contenuto minimo degli specifici diritti, anche di natura risarcitoria, che gli utenti possono esigere nei confronti dei concessionari autostradali e dei gestori delle aree di servizio.

L’indagine mira a tutelare gli utenti autostradali su diversi aspetti identificati a seguito delle segnalazioni pervenute all’Autorità. 

Tenuto conto delle peculiari caratteristiche del settore autostradale, e proprio sulla base delle segnalazioni degli utenti, infatti, sono stati individuati gli ambiti di un possibile intervento regolatorio: 1) L’informazione all’utenza autostradale; 2) l’accesso alle aree di servizio e di sosta per gli autotrasportatori; 3) l’accessibilità e la fruibilità delle aree di servizio per le persone con disabilità e a mobilità ridotta (PMR); 4) l’assistenza all’utenza autostradale; 5) i disservizi (causati da cantieri, rallentamenti ai caselli e incidenti) che incidono sulla qualità dei servizi autostradali; 6) i servizi di rifornimento di GNC, GNL e GPL sulla rete autostradale; 7) i servizi di ricarica dei veicoli elettrici sulla rete autostradale; 8) i servizi di telepedaggio; 9) il trattamento dei reclami.

I soggetti interessati possono proporre e inviare all’Autorità, entro il 6 giugno prossimo, osservazioni puntuali ed eventuali proposte motivate, con riferimento ai servizi, individuati nel documento pubblicato sul sito web ART.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*