Ecco il volto futuro di Genova

GENOVA – Il presidente dell’Autorità di Sistema Portuale di Genova Paolo Emilio Signorini ha diramato gli inviti al press tour, organizzato nella giornata di lunedì 30 maggio a bordo della motonave Rodi Jet (orario indicativo 10-12.30).

Sono trenta – dice la nota dell’AdSP – le opere che cambieranno profondamente il porto di Genova e ne condizioneranno positivamente il futuro sviluppo e sono 2,3 miliardi di euro gli investimenti già stanziati per realizzarle, tra cui spicca la nuova Diga foranea prevista nel PNRR e finanziata con risorse del Fondo nazionale complementare per poco meno di 1 miliardo. Ed è questa una delle opere che arriverà puntuale alla scadenza imposta da Bruxelles e su cui l’attenzione del Governo è massima.

Saranno presentati i cantieri aperti arrivando vicino ad essi dal mare, le opere più significative già cantierate, dal super bacino di Sestri Ponente (Fincantieri) al nuovo ponte del Papa alla foce del Polcevera, agli interventi di accessibilità stradale ai bacini portuali di Sampierdarena e Prà che permetteranno al porto di arrivare nei prossimi anni all’obiettivo di movimentare 5 milioni di container ponendo i Ports of Genoa in concorrenza con le realtà portuali del Nord Europa. 

In questo viaggio per mare, che prevede però anche due tappe a terra, si vedranno le fasi dei cantieri in corso insieme ai direttori dei lavori delle principali opere che potranno spiegare i dettagli dei progetti e rispondere alle eventuali domande. 

Sarà una full immersion con l’obiettivo di rendere visibile ciò che diversamente non sarebbe possibile vedere. Informare quanto si sta realizzando all’interno dei bacini portuali genovesi è l’occasione per sottolineare gli sforzi concreti messi in atto dal 2018 ad oggi, dopo il crollo del ponte Morandi e l’emergenza sopravvenuta con la pandemia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*