GRUBER Logitics, investendo si cresce

Nella foto (da sx): Marcello Corazzola e Martin Gruber.

ORA – Nonostante lo scorso anno sia stato un anno complesso per il mondo della logistica e dell’economia in generale, GRUBER Logistics – riferisce la nota azienda altoatesina – ha depositato un bilancio consolidato di 438,9 milioni di euro che si traduce in una crescita del 28,5% rispetto all’anno precedente e registrando altresì un miglioramento significativo anche in termini di marginalità.

I dati di questo primo semestre confermano il trend positivo della multinazionale di Ora, confermando un ritmo di crescita organica intorno ai 30 punti percentuali. È così che l’azienda potrebbe già superare quest’anno i 500 milioni di euro di fatturato, traguardo previsto da piano industriale solo al termine del 2023. 

Martin Gruber, ceo dell’azienda, sottolinea che il risultato ottenuto è la conseguenza delle decisioni prese durante la crisi pandemica. “Persino la stampa internazionale è rimasta sorpresa dal nostro comportamento durante la crisi sanitaria, considerando il rallentamento o addirittura la diminuzione dell’economia globale. Mentre le altre aziende interrompevano i loro piani di investimento, noi abbiamo deciso di accelerare e di concentrarci ancora di più su quelli che consideravamo gli aspetti competitivi più importanti per la nostra crescita: sostenibilità, digitalizzazione e, ovviamente, i nostri collaboratori”. 

La “gestione delle persone” è effettivamente uno degli aspetti più importanti da considerare se si vuole comprendere il successo di GRUBER Logistics. È certamente vero che l’azienda ha investito in modo considerevole sui propri asset, aumentando i veicoli della propria flotta e le proprie filiali. Tuttavia, l’azienda si sta sempre più trasformando in un’azienda knowledge based, dove le persone giocano il ruolo più importante con la loro capacità di creare nuove soluzioni per i clienti e di implementare nuove idee. Invero, il numero del personale è aumentato progressivamente in questi ultimi due anni passando da 900 persone all’inizio del 2019 fino ai 1.500 dipendenti registrati oggi. L’azienda punta così a diventare uno dei leader del settore logistico europeo, forte di un tasso di crescita così consistente e della volontà di acquisire anche altre aziende che ne condividano la visione e le prospettive.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*